La nostra Mission consiste nel riattivare e rinnovare le  energie umane temporaneamente smarrite,  apparentemente spente , sempre presenti, con differenti aspetti e intensità, in ogni persona e gruppo

Il Centro di Solidarietà di Reggio Emilia Onlus ha iniziato la sua attività nel 1982, per iniziativa del Comitato Cittadino Antidroga , costituito da un gruppo di genitori di tossicodipendenti in contatto con il Centro Italiano di Solidarietà di don Mario Picchi a Roma e in accordo con il Comune di Reggio Emilia e il Vescovo di Reggio Emilia, Mons. Gilberto Baroni. Dopo un percorso di formazione, seguito dai futuri operatori, il Centro di Reggio Emilia ha iniziato l’accoglienza di tossicodipendenti e nel 1984 ha aperto la sua comunità terapeutica e la sede per le attività di reinserimento sociale.

Il Centro di Solidarietà di Reggio Emilia trova le sue radici culturali nella storia pluridecennale e diffusa a livello nazionale, grazie ai centri Fict (Federazione Italiana delle Comunità Terapeutiche), del “Progetto Uomo”.

Nel 1986 è stata aperta “Casa Flora”, casa per i malati di Aids.

Nel 1987 è nata l’Associazione “Servire l’Uomo”, per coordinare e sostenere i numerosi volontari che operano sin dai primi anni nel Centro.

Col passare degli anni nuovi bisogni si sono affacciati nel territorio. E’ così iniziata nel 1998  l’attività del Ceis con gli immigrati, e nel 2002 è stato aperto il Servizio Immigrati , che si occupa principalmente di accompagnare , orientare e favorire l’occupazione di lavoratori stranieri e italiani, in stretta sinergia con il Centro di Ascolto della parrocchia di San Pellegrino di Reggio Emilia. Dal 2009 il servizio denominato Sportello Assistenti Famigliari è in convenzione con il Comune di Reggio Emilia.

Nel 2011 il Ceis ha allargato il suo campo di interventi all’area dei ragazzi minorenni con l’apertura della Casa San Isidoro.

Dal 2014 è attivo nell’accoglienza dei migranti richiedenti asilo facendo parte del percorso CAS (Centri Accoglienza Straordinaria).

Con il 1 gennaio 2021 si è ulteriormente allargato il campo d’intervento del Centro. La Casa Anziani “San Pellegrino” e la Scuola dell’Infanzia “San Pellegrino”, due storici servizi della parrocchia di San Pellegrino, sono passati sotto la gestione del Ceis, rinnovando e rendendo ancora più forte una collaborazione che durava da diversi anni.